BRESCIA – Meno 416 treni al giorno di Trenord in agosto, Legambiente critica

0

Chi ha intenzione di prendere i treni regionali lombardi di Trenord in agosto troverà diversi disagi, a partire proprio dalla mancanza di convogli, ben 416 in meno al giorno. La situazione che si prospetta è molto criticata dal responsabile di Legambiente Dario Balotta. “Negli anni scorsi il taglio di treni riguardava solo due o tre settimane in agosto, quest’anno i treni mancheranno per quattro settimane – dice Balotta.- Una benefica riduzione della produzione ferroviaria andata in tilt per le note gravi carenze di treni, di manutenzione e l’ennesima errata programmazione delle ferie estive del personale.

La sospensione del servizio ferroviario ad agosto interesserà molte tratte lombarde e servirà, secondo l’assessore ai Trasporti Alessandro Sorte, a incrementare le corse destinate a Expo (+10%), corse che peraltro si stanno rivelando un flop per i pochi passeggeri trasportati. Ad agosto i treni giornalieri della linea, gestita da Trenord, passeranno dai 2.200 giornalieri ai 1.784, un calo del 18%. I tagli delle corse di agosto per incrementare quelle che porteranno all’evento espositivo – continua il responsabile di Legambiente – colpiranno i pendolari, le linee turistiche e secondarie di mezza Lombardia.

Le aree a domanda debole restano tagliate fuori, come la bassa cremonese, bresciana e pavese, varesotto e alto milanese da ogni tipo di servizio pubblico (treni o autobus) con gravi danni sociali ed ambientali in vaste zone della Lombardia. Anche le zone turistiche e le città d’arte come Cremona, Mantova e Brescia saranno più difficili da raggiungere, sul lago d’Iseo sono soppressi 26 treni giornalieri su 56, il 44% del totale”.