BRESCIA – Franciacorta, Valsabbia, Garda e Bassa. Provincia di Brescia colpita dagli incendi

0

E’ stato un sabato letteralmente di “fuoco” quello che ha colpito il bresciano. Non tanto per le temperature che sono un po’ calate e regalano sollievo, ma per gli incendi che si sono scatenati. Il più recente è divampato intorno alle 18 sulle colline di Costa, tra Capriolo e Paratico, in Franciacorta. E’ visibile una densa nube di fumo fino ad Adro e ha richiamato l’attenzione del Corpo Forestale dello Stato e della Protezione civile.

Le cause sono al vaglio delle forze dell’ordine, mentre si è sollevato anche un elicottero per spegnere le fiamme sfruttando le acque del lago d’Iseo. Ma certamente la parte più colpita è stata quella a Villagana di Villachiara, nella bassa. Qui il rogo è divampato all’alba all’interno del fienile che si trova nella cascina Franchi. Una decina di squadre dei vigili del fuoco da Brescia, Orzinuovi, Verolanuova, Chiari e Palazzolo si sono alternate fino al tardo pomeriggio con una cisterna per domare le fiamme.

Anche se ancora non c’è la certezza che sia stato spento del tutto. Probabilmente il processo all’interno delle balle di fieno ha fatto aumentare la temperatura e generato le fiamme. Problemi anche a Paitone, in Valsabbia, dove ieri sera in via Valletta è bruciata un’azienda che vende carbone per accendere i fuochi. Sono giunti sul posto i vigili del fuoco di Salò, Brescia e Cunettone, Chiari e Vestone.

Infine, un altro rogo è scoppiato in un centro di revisioni di via Diaz a Manerba sul Garda. In questo caso le fiamme sarebbero partite da alcuni pneumatici. Presente la polizia locale della Valtenesi e i carabinieri di Manerba per le verifiche e i volontari di Roè Volciano.