LUMEZZANE – Stagione Odeon con Celestini, Paiato e Balasso. Tutte le anticipazioni

0

In base alle prime anticipazioni, si aprirà martedì 27 ottobre con lo spettacolo “Ma” di Antonio Latella la nuova stagione di prosa del teatro Odeon di Lumezzane promossa dal Comune. Alla figura della madre nell’opera di Pasolini è dedicato il recente lavoro del regista apprezzato anche fuori dai confini nazionali, che ha scelto come interprete Candida Nieri, Ubu come migliore attrice nel 2013. Ha debuttato al Festival delle Colline Torinesi e approderà a giorni alla Biennale di Venezia.

Il calendario valgobbino, non ancora definito, consolida il rapporto con artisti di vaglia quali Marco Paolini, Maria Paiato e Ascanio Celestini che con Lumezzane e la sua linea progettuale hanno stabilito da tempo un legame di continuità. Paolini ritornerà con lo “Studio” per il suo nuovo spettacolo, un work in progress su temi di attualità, mentre Celestini con “Laika” (titolo provvisorio, al debutto dopo l’estate) continuerà la sua riflessione sociale portando in scena “un povero Cristo che può agire nel mondo solo come essere umano tra gli esseri umani. Uno che sente la responsabilità, ma anche il peso di essere solo sul cuor della terra”.

Poi la pluripremiata Maria Paiato, presenza ricorrente, che farà coppia con il Premio Ubu 2014 Arianna Scommegna in “Due donne che ballano”, testo “cattivello” e divertente sul rapporto tra una badata e una badante, messo in scena da Veronica Cruciani. Arturo Cirillo, dopo “L’ereditiera” e “Le intellettuali”, si presenterà con la regia di un bel classico contemporaneo, “Chi ha paura di Virginia Woolf?”, interpretato insieme a un cast di attori tra cui Milvia Marigliano. Poi Natalino Balasso, che ha lasciato ottimi ricordi con i “Rusteghi” di qualche stagione fa, promette “una commedia molto divertente, intrisa di una comicità che non ritengo spocchioso definire tipicamente mia”. Sarà infatti drammaturgo, regista e interprete di “La Cativìssima”, primo capitolo di una trilogia prodotta dal teatro Stabile del Veneto.

Spazio anche al poliedrico Stefano Bollani con “La Regina Dada”, una novità assoluta che lo vedrà nelle vesti non solo di musicista, ma anche di regista, autore e attore accanto a Valentina Cenni. In arrivo poi lo spettacolo rivelazione di Rosario Lisma “Peperoni difficili”, allestimento intelligente bello e divertente, reduce da due stagioni di tutto esaurito al teatro Franco Parenti. In scena con lui ci sarà Anna Della Rosa, già nel cast del film “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino.

Reclutati, infine, i giovani attori di Scampia della Compagnia Punta Corsara, iniziativa avviata come esperienza formativa poi diventata professionale, in “Hamlet Travestie”, allestimento shakesperiano lontano dai classicheggianti déjà vu. Il direttore artistico Vittorio Pedrali sta ultimando la programmazione complessiva che includerà anche gli appuntamenti musicali di “Alta Fedeltà” e lo sguardo sul femminile dei “Giardini di Marza”, rassegne varate lo scorso anno e volute dall’assessore alla Cultura Rossana Bossini. Il calendario completo della stagione sarà reso pubblico a settembre, prima di dare il via alla nuova campagna di abbonamenti.