TORBOLE – Vela, grandi soddisfazioni per il circolo Vele Torbole

0

Gaia sorride. E’ l’immagine della felicità. Ad ottobre sarà ai Giochi Asiatici con il suo piccolo Optimist. Gaia Bolzonella fa sorridere anche il nonno, il vulcanico presidente del Circolo Vela Torbole, Gian Franco Tonelli.

Da grande organizzatore si gode i successi che il suo Club ha maturato in questo 2015 con il Mondiale dei 18 Piedi, i monocarena più spettacolari del Globo, le barche che hanno generato tutta la nuova vela velcoce, acrobatica e ginnica. Ma Tonelli da buon padre, ed ora nonno, di una generazione di velisti ama soprattutto le sue squadre agonistiche, il lavoro dei suoi allenatori, Fabrizio e Antonio. E sopratutto l’impostazione del dir sportivo Gianpaolo Montagni, a cominciare dalla scuola di Vela. Sa come siano importanti i prestigiosi ospiti stranieri del Circolo di Torbole, a cominciare dalle 6 medaglie olimpiche della famiglia Scheidt, le 5 di Robert, una di Gintare. E proprio Robert Scheidt e Juan Maegli, il laserista olimpico del Guatemala, sono in questi giorni i grandi protagonisti dei giochi Panamericani a Toronto. Juan Maegli ha conquistato la medaglia d’oro, Scheidt l’argento. Risultati prestigiosi perché la regata qualificata gli ultimi atleti per Rio 2016.

Come sono importanti i risultati della rinata squadra del Laser. Lo standard che vede impegnato sui campi di gara internazionali e nazionali Luca Ariatta, nel 4.7 Federica Cattarozzi e Massimiliano Montagni, nel Radial Francesco Barberis; il tutto sotto la regia coordinata del coach Fabrizio Lazzerini. Ed ai giovani un altro impostante successo è arrivato nel Melges 20 da Dario Levi che dopo aver vinto a Loano e sul Garda si è imposto nella tappa dell’Argentario del prestigioso circuito riservato al più piccolo della flotta Melges.