BRESCIA – Tre mesi di furti nelle case della provincia. Tre arresti e sette denunce

0

Sono ritenuti tra gli autori di varie rapine commesse in diverse case del bresciano dall’agosto all’ottobre del 2014. Due malviventi di origine albanese di 31 e 36 anni sono stati così arrestati dai carabinieri di Brescia. Farebbero parte di una banda che vede coinvolto anche un italiano, proprietario di un negozio di “compro oro” e che prendeva gioielli dai clienti senza verificare da dove arrivassero.

L’uomo valutava i monili la metà del prezzo rispetto a quello reale e dava soldi in contanti. Il gruppo contava altri sette membri, tutti denunciati, ritenuti responsabili di tredici furti a Roncadelle, Mazzano, Castelmella, Castenedolo, Bedizzole, Nuvolento, Nuvolera, Sirmione e a Brescia.

Entravano nelle case semplicemente forzando finestre e porte e attraverso le grondaie esterne per raggiungere i piani più alti. I malviventi, secondo le indagini dei carabinieri, avevano varie basi in appartamenti della provincia e si muovevano con auto rubate.