BRESCIA – Caso Stamina, Csm archivia vicenda sui giudici che avevano imposto trattamento

0

I giudici che nei mesi scorsi avevano imposto sui pazienti la somministrazione del trattamento Stamina ideato da Davide Vannoni con Marino Andolina e poi proibito per legge, sono stati assolti dal Consiglio Superiore della Magistratura. Nel mirino erano finiti gli Spedali Civili di Brescia dove i due praticavano la terapia su ordinanza. La consigliera laica di Sel del Csm Paola Balducci ha chiesto nella commissione che si occupa di provvedimenti disciplinari, di archiviare il caso. E così è stato.

In quel periodo i tribunali avevano imposto all’ospedale bresciano di eseguire la terapia nonostante il divieto dell’Agenzia Italiana del Farmaco e un’inchiesta della procura di Torino. Proprio per questo motivo l’assessore lombardo alla Sanità Mario Mantovani aveva chiesto al Presidente della Repubblica, capo del Csm, di decidere sui giudici che hanno disposto il trattamento per sentenza. Ma l’organismo di autotutela dei magistrati si è rifatto alla sentenza della Cassazione. Che ha definito “non scientifica e pericolosa” la terapia.