CARPENEDOLO – Truffa a Carpenedolo, si fa portare i rifiuti da smaltire. Ma vende i containers

0

“Sono specializzato nello smaltimento dei rifiuti. Datemi i containers e ci penso io”. Così un improvvisato uomo d’affari sarebbe riuscito a truffare venti aziende tra la Lombardia e il Veneto. Il soggetto in questione si era sostituito a una persona estranea ai fatti per prendere in affitto un capannone a Carpenedolo, nella bassa bresciana. E come cauzione aveva dato un assegno che faceva riferimento a qualche personaggio non proprio trasparente.

E’ quanto hanno scoperto i carabinieri locali che in un anno di indagini sono riusciti a risalire al finto imprenditore e alle attività che aveva messo in campo. L’uomo aveva creato una finta azienda con sede nel capannone e contattava ogni azienda che si occupava della raccolta dei rifiuti. Lui prometteva che si sarebbe occupato dello smaltimento, ma in realtà non era così.

Quando riusciva a convincere le imprese e a farsi portare i containers, li vendeva nel bresciano. E così si sarebbe intascato circa 100 mila euro. Le forze dell’ordine hanno sbrogliato la matassa dopo aver acquisito dati e testimonianze. Con questa truffa, secondo l’accusa, avrebbe venduto 40 contenitori in tutta la provincia di Brescia.

E’ stato così denunciato a piede libero per truffa e ricettazione continuate, appropriazione indebita e sostituzione di persona. I carabinieri di Carpenedolo hanno rivolto un appello alle aziende che potrebbero aver subito questa rapina. Tra i containers non ritirati, potrebbero esserci i loro.