BRESCIA – Isis, estradato e libero Alban Elezi. Per la Procura reclutava uomini

0

Alban Elezi, arrestato nel marzo scorso in Albania durante un’operazione antiterrorismo per l’accusa di reclutare uomini per l’Isis, è libero. E’ stato estradato verso Brescia e il Tribunale del Riesame lo ha scarcerato. Era finito nel mirino della Digos di Brescia e del sostituto procuratore Leonardo Lesti nell’ambito dell’inchiesta “Balkan connection” in cui era stato arrestato anche il nipote Elvis Elezi a Torino e tornato libero anche lui.

Erano scattate le manette anche per Halili El Madhi con l’accusa di apologia di reato per aver tradotto in italiano “Lo Stato Islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare”. Lui resta ai domiciliari. Alban Elezi, che sarebbe dovuto essere al carcere di Canton Mombello, non è quindi più detenuto.

In base alle indagini, avrebbe gestito la parte logistica per richiamare combattenti verso l’esercito dello Stato islamico. Tra questi, avrebbe reclutato e inviato in Siria Anas El Abboubi, il 23enne di Vobarno che era stato arrestato due anni fa, poi liberato e infine scappato in Medio Oriente.