BRESCIA – Rapine e violenze, fermata banda di giovanissimi. Tutti in comunità

0

Quattro ragazzi, tutti minorenni, sono stati fermati dalla polizia locale di Brescia per una serie di rapine e violenze contro una donna e quattro studenti a maggio. La presunta baby gang andava in giro per la città a cercare vittime da aggredire o derubare. I primi episodi si sono verificati il 5 maggio scorso al parco di San Polo e al Castelli di Brescia. Nel primo caso hanno rapinato una donna della borsa facendola poi cadere a terra.

Al Castelli hanno individuato due studenti e si sono fatti consegnare cellulari e soldi. Infine, hanno raggiunto via Brozzoni, vicino al sottopasso verso il centro commerciale Freccia Rossa e anche qui hanno terrorizzato due studenti. Dopo una settimana è arrivata la svolta quando hanno rubato la bicicletta parcheggiata fuori dal Freccia Rossa. Il proprietario della due ruote ha subito denunciato l’episodio alla polizia che ha fermato uno dei componenti della banda.

Quando è stato sentito dagli agenti ha ammesso di aver rubato la bicicletta e di aver compiuto gli altri gesti e rivelato i nomi degli altri. Tre di loro sono stati affidati a una comunità per opera della Procura di Brescia, mentre il quarto è irreperibile. Il Comune di Brescia vorrebbe costituirsi parte civile, mentre gli episodi attribuibili alla banda potrebbero essere di più.