GAVARDO – Gavardo, morte Emanuele Ghidini per droga. “Venditore” a processo

0

C. B., 20enne residente sul lago di Garda, sarà chiamato a processo il 17 novembre per reato di morte e doppio caso di spaccio di sostanze stupefacenti, di cui uno presunto verso Emanuele Ghidini. Il ragazzo di 16 anni di Gavardo, dopo aver assunto un allucinogeno, si era gettato nelle acque del fiume Chiese tra il 24 e 25 novembre del 2013 e morì annegato.

Un altro giovane, R.S., coetaneo dell’altro imputato, dovrà rispondere dall’1 ottobre di favoreggiamento. Secondo l’accusa, formulata dal pubblico ministero di Brescia Isabella Samek Lodovici, avrebbe detto il falso agli inquirenti su quell’episodio per coprire l’amico.

Dopo quella notte era stata accertata la causalità tra l’assunzione di droga da parte di Ghidini e la morte nel fiume. Era avvenuto dopo una festa in cui il 16enne aveva fumato marijuana e un francobollo di allucinogeno.