SALO’ – 4 e 11 luglio, due appuntamenti per riscoprire la “Donna del lago”

0

La “Donna del lago” è una statua in bronzo alta due metri collocata sul lungolago Antiche Rive, vicino al ponte del rimessaggio Arcangeli. Rappresenta una lavandaia, che con una mano tiene la sua bambina, mentre scruta l’orizzonte in attesa del rientro del marito pescatore. Quando il livello del lago aumenta, finisce con i piedi sott’acqua.

Per riscoprire la sua storia, la Biblioteca civica di Salò ha organizzato due incontri. Il primo sarà domani sera, alle 23, per condividere l’atmosfera notturna del lago. Il prossimo sarà il sabato successivo, alle ore 6, per vivere le emozioni dell’alba sull’acqua. Per l’occasione saranno letti alcuni brani scelti tra gli scritti che parteciparono al concorso letterario del 2008, organizzato dall’Associazione Amici del Golfo ed ispirato proprio alla scultura.

Con questa iniziativa – ha spiegato il presidente della biblioteca salodiana, Marcello Cobelli – vogliamo rendere omaggio alle donne gardesane che sono state determinanti nello sviluppo economico dell’area gardesana e salodiana, e anche un modo per riscoprire un angolo di lungolago particolarmente suggestivo e abbellito dalla scultura di Angiolino Aime”.