VESTONE e GAVARDO – Spaccio e riciclaggio, 40enne e 22enne ai domiciliari. In casa cocaina

0

I carabinieri di Salò hanno potenziato i controlli anti droga contro lo spaccio e il consumo tra attività in borghese e con unità cinofile e lo faranno per tutta l’estate. A Vestone i militari locali con quelli di Riva del Garda e del Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Trento hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un uomo del 1975, residente in Valsabbia e pregiudicato.

Hanno perquisito la sua abitazione su ordinanza emessa dalla Procura della Repubblica di Trento per reati fiscali. E’ accusato di riciclaggio perché, titolare di una società con sede in Trentino, avrebbe riciclato oltre un milione di euro con fatture basate su operazioni inesistenti a favore di altre società. Gli hanno trovato 30 grammi di hashish pronti per lo spaccio, un bilancino di precisione e materiale per confezionarla. L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari, ma è libero in attesa dell’udienza che ci sarà a metà luglio.

I carabinieri di Gavardo hanno arrestato in flagrante un giovane bulgaro del 1993, residente a Prevalle e nullafacente. Dopo varie osservazioni e averlo pedinato sono intervenuti nella sua casa trovando numerose dosi già confezionate di cocaina per 10 grammi e 320 grammi di hashish, bilancini di precisione, materiale per confezionare le dosi e 350 euro in contanti ritenuti provento dell’attività’ illecita. L’arresto è stato convalidato e per il giovane sono stati disposti gli arresti domiciliari inattesa dell’udienza del 20 luglio.