BASSA BS – Polvere bianca, furti e alcol, controlli dei carabinieri. Cinque denunce e uno portato in carcere

0

Durante un servizio coordinato, i carabinieri dei reparti legati alla Compagnia di Verolanuova hanno messo al setaccio stazioni ferroviarie, caselli autostradali e aree dismesse intensificando l’attività di controllo sul territorio della bassa bresciana. Attenzione è stata dedicata al contrasto dell’immigrazione clandestina, alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio e alla circolazione stradale.

Controlli mirati su obiettivi scelti in base a una preventiva attività informativa che hanno consentito, tra gli altri, di rintracciare G. F., 55enne di origine siciliana, già colpito da un provvedimento dell’autorità giudiziaria dovendo scontare una pena di tre anni per vari episodi di furto aggravato commessi circa cinque anni fa a Bagnolo Mella, Pontevico e San Zeno Naviglio. Poi sono state denunciate a piede libero alla Procura della Repubblica di Brescia altre cinque persone, di cui due per violazione delle norme sull’immigrazione.

Si tratta di due indiani, di cui uno 40enne residente a Lonato e uno 46enne da Castiglione delle Stiviere, due per guida in stato di ebbrezza alcolica, entrambi italiani, di cui un 19enne da San Gervasio Bresciano e un 38enne di Gabbioneta Binanuova.

Poi una per detenzione continuata a fini di spaccio di sostanze stupefacentiai danni di una 40enne barista residente a Pontevico che aveva imbastito un’attività di spaccio di poche quantità di hashish, marjhuana e cocaina. Sono stati impiegati 18 carabinieri a bordo di nove mezzi che hanno controllato 135 persone in totale, di cui 36 straniere, ritirando quattro patenti ed elevando 18 contravvenzioni con 80 punti tirati via.