SARNICO – Sindaco con paletta e lampeggiante fa multe per una notte. Rischia una denuncia

0

Il sindaco di Sarnico Giorgio Bertazzoli rischia di essere accusato di abuso d’ufficio per essere stato, per una notte, un poliziotto. Il primo cittadino, in carica da un anno, visto che la polizia locale può contare su quattro agenti rispetto a 7 mila abitanti, ha deciso di diventare l’ottavo per qualche ora di sera. Il caso è riportato dalla versione bresciana del Corriere.it. L’uomo ha preso la paletta, la divisa e messo il lampeggiante sull’auto, proprio come un vigile.

Lo ha fatto ieri sera e con lui in auto sono entrati alcuni assessori. Ha dato contravvenzioni alle auto che bloccavano i cancelli di ingresso, a quelle parcheggiate negli spazi riservati ai disabili e senza il tesserino e ha chiesto i documenti a uno straniero che bivaccava sul posto. In tutto ha fatto quattro multe. Peccato che in paese ci sia una stazione dei carabinieri.

Quindi il sindaco rischia per sé, ma anche di aver buttato il lavoro di qualche ora visto che le sanzioni potrebbero essere annullate. In tutto per la sera sono stati incassati 200 euro e oggi il primo cittadino ha persino fatto un rapporto sull’attività ai carabinieri. Secondo il codice della strada, i sindaci possono elevare multe solo se non c’è un comando di polizia, come i carabinieri o di Stato.

Anche se ci sono i militari, il primo cittadino può intervenire, ma solo per reati penali. Dai carabinieri bocche cucite, mentre il sindaco deve sperare che nessuno dei suoi concittadini che hanno subito la multa lo denunci.