BRESCIA – Valtrompia alla mostra “Brend” al Martinengo con pezzi dai magli di Ome e Sarezzo

0

La Valtrompia è presente alla manifestazione “Brend” (Brescia Nuove Direzioni) al Palazzo Martinengo Colleoni di via Moretto a Brescia in occasione della mostra “Metalli” in corso dal 20 giugno al 15 luglio con diverse aziende bresciane tra cui le triumpline Assisi Raffineria Metalli spa di Ponte Zanano, Berna Ernesto di Lumezzane, Fonderie Glisenti di Villa Carcina e Zani Serafino srl di Lumezzane. Il Sistema Museale della Comunità montana della valle partecipa con diciotto oggetti e beni della tradizione e legati alla tematica della mostra.

I pezzi esposti, realizzati nell’Ottocento, provengono da due antiche fucine risalenti al XV e XVI secolo, trasformate in musei comunali all’inizio del 2000. Si tratta del Maglio Averoldi di Ome e l’ex Fucina Sanzogni, oggi museo I Magli di Sarezzo. I due opifici, testimonianze uniche dell’arte dei “bruzafèr”, sono rimasti attivi fino alla metà degli anni Novanta del Novecento specializzandosi fin dall’origine in produzioni differenti. Mentre la collezione di attrezzi di Ome si offre come un catalogo di oggetti preindustriali fortemente correlati all’economia contadina locale (con la produzione di zappe e strumenti autorealizzati dal maér Andrea Averoldi, uno degli ultimi fabbri della Franciacorta), l’ex fucina Sanzogni si specializzò dall’Ottocento nella produzione di attrezzi agricoli (coltri, versoi, vomeri e aratri) attraendo una clientela proveniente dalle campagne di diverse regioni italiane.

Dal Borgo del Maglio di Ome provengono anche due cofanetti in metallo della prima metà del Novecento cesellati dall’antiquario Pietro Malossi cui è dedicata la Casa Museo gestita dall’omonima fondazione. Ci sono anche il “Catalogo 1936” dedicato alla produzione dell’allora “Premiata officina lavorazione di attrezzi agricoli” di Sanzogni Battista e figli e le sagome in cartone, spesso fornite dal committente, sulla base delle quali la fucina saretina realizzava i modelli definitivi. La ricchezza delle due collezioni di attrezzi, rappresentative di un’organizzazione tipicamente artigianale del lavoro, ha motivato, tra il 2008 e il 2009, lo svolgimento di campagne di catalogazione promosse dalla Comunità montana e curate dalla Cooperativa A.R.C.A.

Le schede catalografiche, corredate di contenuti informativi e immagini si trovano sul sito internet oppure usufruendo delle postazioni informatiche consultabili negli uffici del Sistema dei Beni Culturali e Ambientali della valle al convento di Santa Maria degli Angeli a Gardone Valtompia. Oltre al Sistema museale, il Sibca comprende il Sistema Bibliotecario e quello Archivistico della valle, custode, tra gli altri, del materiale documentale esposto. La valle è inoltre presente con attività ludiche per bambini dai 5 agli 11 anni, organizzate dal Musil con il Sistema Museale, che si terranno domenica 28 giugno negli spazi di “Brend”. Dalle 15 alle 16,30 ci sarà “A tutto ferro” con materiali metallici e di riciclo insieme all’associazione culturale “La Fucina Animata” rivolta a un massimo di dieci bambini.

La quota di iscrizione è di 4 euro per ogni bambino. La prenotazione è obbligatoria entro sabato 27 giugno alle 18. Per farlo si può contattare il Centro Unico di Prenotazione e Informazione Turistica della valle allo 030.2809556, 030.8337495, 345.3422015 e via mail. Dalle 16,30 alle 18 ci sarà “Non solo ottoni” per imparare a riconoscere i suoni dei metalli e partecipare alla piccola orchestra Musil a Brend. L’iniziativa è rivolta fino a dieci bambini al costo di 4 euro ciascuno. Per partecipare si può contattare il 340.3704813.