BRESCIA – Spaccio di cocaina, due coniugi marocchini arrestati in hotel. Erano ricercati

0

I carabinieri di Montichiari hanno rintracciato nei giorni scorsi due coniugi marocchini, residenti a Castiglione delle Stiviere in provincia di Mantova, sui quali pendeva un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica virgiliana per spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di un 43enne e una 38enne che avevano messo in piedi in cinque anni una fiorente attività di spaccio di cocaina tra Castiglione e Montichiari.

I due coniugi, dopo l’emissione della misura cautelare da parte dell’autorità giudiziaria del marzo scorso, erano ricercati perché irreperibili in Italia. Erano per un soggiorno in Marocco fino a qualche giorno fa. Ad attenderli, però, c’erano i carabinieri bresciani. Le ricerche non sono mai cessate e dopo numerosi servizi di osservazione degli uomini delle compagnie di Desenzano e Castiglione delle Stiviere e la raccolta di informazioni che facevano presagire a un loro possibile rientro nel bresciano, i carabinieri monteclarensi sono riusciti a braccarli ed assicurarli alla giustizia.

I ricercati sono stati arrestati al momento del check-in in un albergo visto che in Italia non avevano più un luogo di appoggio essendo il loro progetto quello di stabilirsi definitivamente all’estero per sottrarsi alla giustizia. L’indagine sul conto dei due coniugi è nata da un’articolata attività investigativa del Nucleo Operativo di Castiglione delle Stiviere che con attività tecniche, riscontri e acquisizione di informazioni ha ricostruito la vicenda intorno ai due. Cioé una sistematica e strutturata attività di spaccio dal 2011 e fino al gennaio del 2015 tra le province di Mantova e Brescia. I due sono stati posti agli arresti domiciliari.