BRESCIA – Gazebo Lega Nord danneggiato, identificati tre antagonisti di Magazzino 47

0

Tre bresciani legati al movimento Magazzino 47 che il 30 maggio scorso danneggiarono un gazebo della Lega Nord in corso Zanardelli in città, sono stati sottoposti all’obbligo di firma. La Digos di Brescia, dopo aver sentito le testimonianze di chi gestiva il banchetto per la raccolta delle firme e visto le immagini riprese dalle telecamere di video sorveglianza sul posto, ha identificato i responsabili.

Sono accusati di attentato contro i diritti politici di privati cittadini, commesso in concorso fra loro. Così due bresciani di 23 anni e un 33enne di Concesio dovranno presentarsi in caserma. Il fatto era avvenuto verso le 15,30 quando un gruppo di giovani guidato dai tre e legati ai centri sociali, avevano raggiunto il gazebo del Carroccio prima insultando gli attivisti definiti razzisti.

Poi sono stati lanciati sul banchetto degli adesivi riferiti al Magazzino 47. Hanno anche rovinato la struttura e staccato una bandiera della Lega Nord che hanno lanciato ai militanti.