VALTROMPIA – Archivi storici, arriva la guida “Nuvole di carta” per scoprirli sul web

0

La Comunità montana della Valtrompia, attraverso i servizi archivistici del Sistema dei Beni Culturali e Ambientali, ha realizzato una guida per avvicinarsi agli archivi storici locali. L’iniziativa “Nuvole di carta” rientra nel progetto omonimo condotto con l’Ecomuseo della valle “La Montagna e l’Industria” e il Dipartimento di Studio del Territorio, è stata sostenuta dalla Regione Lombardia e riporta il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. La nuova guida, che ricalca come formato la precedente pubblicazione “Sistema Informa” dedicata ai musei e ai beni culturali della valle, presenta i diversi archivi comunali salvaguardati e aperti al pubblico in valle presentando, per ogni comune, alcuni dati storico istituzionali, la conformazione e gli estremi cronologici degli archivi.

Per ogni ente sono inoltre segnalati i fondi archivistici non strettamente comunali conservati nelle singole sedi. Un panorama vasto e articolato a cui si sono affiancati, con gli stessi criteri di presentazioni, gli archivi territoriali (storico aziendali, scolastici, istituzionali, di associazioni e di centri di documentazione) che, sempre in questi anni, hanno adottato gli standard descrittivi internazionali applicati a quelli comunali, che sono gestiti dal Sistema Archivistico-Bibliotecario della Comunità montana con tutti i Comuni della valle. Nella guida sono inoltre ospitate anche le descrizioni di alcuni archivi parrocchiali riordinati e inventariati con lo stesso metodo.

In questa tipologia d’archivio si presentano anche gli archivi parrocchiali recentemente protagonisti del progetto “Insieme sul territorio”, esperienza in cui si è coniugato con successo l’azione sociale con la salvaguardia culturale. Nel vasto panorama archivistico è inserito anche l’Archivio Storico della Caccia, centro di
documentazione attivo al Museo delle Armi e della Tradizione Armiera di Gardone Valtrompia. Per questo istituto si sono segnalati i censimenti condotti, gli archivi salvaguardati e l’emeroteca disponibili al pubblico e infine i reperti dell’esercizio venatorio conservati nell’istituto e sottoposti a catalogazione.

La seconda parte della guida contiene la presentazione delle esperienze didattiche condotte nel corso degli anni negli istituti di ogni ordine e grado ed offerte anche per il prossimo anno scolastico. Seguono le iniziative culturali in cui gli archivi si sono misurati con la narrativa, il teatro e gli spazi espositivi fino alle nuove frontiere tecnologiche che permettono già da ora di consultare tutti gli inventari realizzati nel sito internet del Sistema dei Beni culturali e Ambientali. Consultazione via web a cui si aggiungeranno in modo graduale nel corso dell’anno altre due possibilità: la visione di tre itinerari tematici (mulini, acqua, alimentazione) nella mappa di Comunità del sito di Ecomuseo e la consultazione delle mappe dei catasti storici (regno lombardo-veneto e regno d’Italia) di tutti i Comuni della valle nel sito Sibca e nel Geoportale dell’area tecnica della Comunità montana.

La guida si chiude con l’illustrazione delle procedure di consultazione degli archivi e con un piccolo glossario che può aiutare nell’avvicinamento e nella conoscenza di questi antichi e singolari patrimoni delle comunità. La guida è stata stampata in 1.500 copie ed è disponibile gratuitamente nelle biblioteche comunali della valle, le sedi museali aderenti al Sistema museale e la sede del Sibca al complesso conventuale di Santa Maria degli Angeli in via San Francesco d’Assisi a Gardone.

INFORMAZIONI SULLA GUIDA