LUMEZZANE – Sanità, inaugurato un ecografo al consultorio familiare Civitas. Terzo in valle

0

Civitas, dopo aver provveduto in questi ultimi anni alla dotazione di un ecografo per le sedi di Concesio e Sarezzo, ha concretizzato la possibilità di fornire un apparecchio anche per la sede del consultorio familiare di Lumezzane per rendere un servizio più completo, efficace nei tempi e nelle modalità ed uniforme sul territorio della Valtrompia.
La presenza di uno strumento medico-diagnostico, appena inaugurato in Valgobbia, appare oggi indispensabile per consolidare, soprattutto in termini qualitativi, l’importante ruolo sanitario del consultorio, oltre che come luogo di accoglienza come spazio efficiente ed adatto a soddisfare le attuali esigenze dei cittadini.

“L’introduzione di un apparecchio ecografico a Lumezzane e gli altri interventi fatti sulle varie sedi – afferma il presidente di Civitas Agostino Damiolini – completano un progetto che ha migliorato nel tempo qualità e sicurezza delle prestazioni erogate sia per gli utenti sia per gli operatori, consolidando Civitas come realtà dinamica, innovativa e ormai punto di riferimento essenziale nel sistema sociosanitario della valle. Una realtà a disposizione della Comunità montana e comuni che, sono convinto, potrà rappresentare una carta vincente anche nell’imminente riorganizzazione dei servizi sociosanitari territoriali ed ospedalieri prevista dalla riforma sanitaria regionale”.

“A questo proposito – rimarca Celestina Angeli, consigliere della società – l’acquisto di un apparecchio ecografico consentirà al consultorio familiare di Lumezzane di affermarsi quale punto di riferimento elettivo in ambito ostetrico-ginecologico per tutta la popolazione femminile del territorio. Senza dimenticare che l’introduzione di un ecografo è stata voluta dai cittadini che già nel giugno 2013 si erano attivati per una raccolta fondi. L’acquisto è stato poi reso possibile concretamente grazie al generoso contributo di alcune realtà associative e di privati di Lumezzane, del Comune, della donazione dell’associazione Civitas Onlus e di un finanziamento della Fondazione della Comunità Bresciana.

Il servizio ecografico – conclude la consigliera – completa un’ampia gamma di prestazioni sociosanitarie rivolte alle famiglie, alle donne e ai giovani ormai consolidate fra cui ricordiamo visite ginecologiche, consulenze sanitarie, pap test, assistenza alla gravidanza, colloqui psicologici, consulenze educative e sociali”. A dare ulteriore slancio alla concretizzazione di un desiderio espresso da anni e da più parti è stato il pensiero condiviso che guardando i dati del 2014 balza immediatamente all’occhio. Nel corso dell’anno a Lumezzane sono state erogate 1.626 prestazioni sanitarie (visite ostetrico-ginecologiche, pap test ecc.) e prese in carico da ostetriche e ginecologhe 134 gravidanze. Dati importanti che necessitano di un’attenzione particolare perché attestano che tutte le donne in gravidanza e gran parte delle utenti che hanno usufruito delle visite sono dovute andare altrove (negli altri consultori Civitas o in ospedale) per beneficiare dell’ecografia di cui necessitavano.

“Un ringraziamento speciale a Civitas per il servizio di alto livello anche nelle sedi decentrate come quella di Lumezzane: l’introduzione di un’apparecchiatura di questo genere non può che migliorare la qualità del servizio fornito dal consultorio e favorirne la completezza nelle prese in carico dell’utenza – sottolinea il sindaco di Lumezzane Matteo Zani.- E un grazie all’opera del consiglio d’amministrazione di Civitas e al contributo dei privati cittadini che hanno creduto di dover dare completezza ai servizi offerti dal consultorio familiare di Lumezzane e che hanno permesso un suo importante passaggio a ente competitivo sul territorio”.