DARFO – Prostituta picchia e deruba colleghe che non pagano “tassa”, arrestata

0

Una prostituta di 25 anni di origine nigeriana è stata arrestata dai carabinieri di Darfo e dalla polizia locale perché avrebbe picchiato delle colleghe che non le davano una “tassa”. Sfruttamento della prostituzione, estorsione, lesioni personali e rifiuto di indicare la propria identità sono i capi di accusa contro la ragazza.

Aveva intenzione di gestire il giro di prostitute nella bassa valle e con una connazionale era arrivata alle mani provocando varie lesioni. La situazione andava avanti da dicembre secondo i carabinieri, con la 25enne che chiedeva a ogni prostituta presente nella zona che considerava sua, 150 euro come tassa. E chi non versava la quota veniva aggredita e derubata.

Nell’organizzazione facevano anche una nigeriana di 28 anni e un 49enne operaio della valle denunciati a piede libero alla Procura di Brescia. Il fermo della prostituta a capo del gruppo è stato convalidato e dovrà presentarsi tutti i giorni alla polizia giudiziaria aspettando il processo.