BERZO DEMO – Ex Selca, il 27 ottobre parte il processo. Ma incorre la prescrizione

0

E’ stato aggiornato al 27 ottobre il processo contro i fratelli Ivano e Flavio Bettoni, già stati titolari dell’azienda Selca di Berzo Demo, in Valcamonica. Sono entrambi accusati di traffico internazionale di rifiuti dopo la vicenda del carico mandato dal colosso australiano Tomago, destinato allo smaltimento, ma che la ditta bresciana non poteva più fare perché fallita nel 2010.

Il fascicolo del caso è stato assegnato alla giudice Giovanna Faraone, mentre si sono costituite parti civili il Comune di Berzo Demo, la Provincia di Brescia, il ministero dell’Ambiente, la Regione Lombardia e la Comunità montana della Valcamonica. Nel momento in cui l’azienda ha chiuso i battenti, sono rimasti nei capannoni 23mila tonnellate di rottami ferrosi che hanno bisogno di essere bonificati.

La Regione, intanto, ha deciso di stanziare 240 mila euro per mettere in sicurezza i rifiuti. Il caso giudiziario, però, potrebbe andare in prescrizione visto che il reato di traffico illegale dei rifiuti non è più tale dopo sette anni e mezzo. E visto che l’azienda è fallita nel 2010, il processo deve concludersi entro la metà del 2017. Il 16 giugno saranno all’ex Selca alcuni delegati della commissione parlamentare Ecomafie.