BRESCIA – Incidente aereo Alba Adriatica, Procura valuta per l’errore umano

0

E’ tornato a casa lunedì Luigi Franceschetti, il pilota bresciano rimasto illeso nello scontro aereo durante l’esibizione acrobatica a Tortoreto, in Abruzzo, lungo il mare Adriatico. In quell’incidente ha perso la vita Marco Ricci di 47 anni che non è riuscito ad ammarare finendo a quattro metri di profondità dove è stato recuperato il suo corpo. Il bresciano si dice scioccato per quanto accaduto, visto che il compagno aereo era anche un amico.

Per questo suo stato emotivo ha chiesto e ottenuto di rinviare l’interrogatorio con il magistrato. Intanto il pm Stefano Giovagnoni che sta indagando sull’incidente con la Capitaneria di porto, la Questura di Teramo e i carabinieri di Alba Adriatica, ha iscritto Franceschetti nel registro degli indagati per omicidio colposo. L’accusa, riportata dal GiornalediBrescia.it, potrebbe essere di errore umano.

Nell’inchiesta, al momento, sono finite le testimonianze degli organizzatori e di alcuni piloti coinvolti nella manifestazione, anche se lontani dal punto in cui si è verificato l’impatto, oltre a vari filmati sul posto e delle microcamere montate a bordo, foto, documenti sullo stato di salute dei piloti e l’aspetto meccanico dei velivoli. Mercoledì si terrà l’autopsia sul corpo di Ricci per verificare le cause della morte, mentre la Procura e l’agenzia nazionale per la sicurezza dei voli hanno disposto una serie di esami tecnici sugli aerei incidentati.