TRENTO – Rubati uccelli di richiamo dal nido, denunciato cacciatore bresciano

0

La polizia forestale di Cles, in Trentino, ha denunciato un bresciano, cacciatore e allevatore di uccelli da richiamo, per il furto di due nidi che contenevano vari piccoli esemplari di tordo. L’uomo è stato beccato mentre metteva l’anello di riconoscimento e così facendo avrebbe aumentato illegalmente il numero di volatili allevati.

La denuncia è scattata dopo vari movimenti in zona che hanno portato gli agenti a fermare l’auto del cacciatore. Quando hanno trovato i tordi presi in modo fraudolento li hanno consegnati al centro di recupero dell’avifauna di Trento in carico alla Lipu per poi essere liberati.

Dopo il sequestro degli uccelli, la forestale ha controllato la casa dell’uomo trovando cartucce da caccia detenute illegalmente e diversi uccelli da richiamo di dubbia provenienza.