BRESCIA – Brescia, clochard ucraino trovato morto in via Orzinuovi. Fermato un connazionale

0

Aggiornamento 22-5 ore 17,10 Secondo quanto riporta il GiornalediBrescia.it citando fonti degli inquirenti, sarebbe stata fermata una persona ritenuta responsabile dell’omicidio del clochard ucraino 37enne Oleh Bryk trovato stamattina senza vita in via Orzinuovi all’ex Pietra. Sarebbe un connazionale con pochi anni di differenza rispetto alla vittima. Dopo il ritrovamento un senzatetto era stato interrogato. Alla base della lite violenza potrebbe esserci un posto per dormire.

(22-5 ore 16,24) All’alba i carabinieri di Brescia hanno trovato il corpo senza vita di un clochard 37enne ucraino, Oleh Bryk il suo nome, alla vecchia azienda dismessa Pietra di via Orzinuovi. La segnalazione è arrivata per la richiesta di un intervento sul posto e il cadavere dell’uomo è stato scoperto in un lago di sangue. Un’ambulanza è giunta sul posto, ma l’uomo era già morto.

Per la vicenda il sostituto procuratore della Repubblica di Brescia Claudia Moregola ha disposto l’autopsia e avviato le indagini per capire cosa possa essere successo all’uomo. Secondo le ultime informazioni, sul corpo del 37enne non ci sono segni di ferite da taglio o di pistola, ma è stato colpito a calci e pugni di cui i segni evidenti sul volto.

Subito dopo il ritrovamento un altro senzatetto, anche lui ucraino, che usa come dormitorio il vecchio stabilimento, è stato portato in caserma per essere interrogato. Gli indizi sono andati sul connazionale visto che, secondo gli inquirenti, i suoi vestiti sarebbero sporchi di sangue. Alla base della violenza potrebbero esserci questioni banali. Nella foto tratta dal GiornalediBrescia.it il luogo del ritrovamento