BRESCIA – Criminalità cinese, quattro arresti della Dia nell’operazione “Mani di fata”

0

Gli uomini della Direzione Investigativa Antimafia di Brescia hanno sequestrato 800 mila euro tra sei immobili, quote di un ristorante cinese, titoli e conti correnti nell’ambito dell’operazione “Mani di fata”.

Come riporta Bresciaoggi l’ultimo blitz è seguito agli arresti e denunce di due anni fa nella criminalità organizzata per un sequestro totale di 2 milioni di euro. Gli ultimi arresti hanno riguardato due coppie di coniugi cinesi residenti a Brescia e conosciuti nel campo della malavita.

“Si finanziano tra loro e con la prostituzione solo cinese hanno fatto affari – ha detto il procuratore generale di Brescia Pierluigi Maria Dell’Osso nelle dichiarazioni riportate da Bresciaoggi.- Oggi i tempi sono molto cambiati e con l’arrivo di altre etnie si sono visti costretti a concorrere in fatto di criminalità”.