Basket A2 playoff, super rimonta della Leonessa che batte Torino

0

Centrale del Latte Brescia 78

Manital Torino 73

Parziali: 14-17; 16-29 (30-46); 23-18 (53-64); 25-9 (78-73)

Arbitri: Boscolo, Ciano, Giovannetti

Centrale del Latte Brescia: Fernandez 10, Cittadini 15, Bolis ne, Alibegovic 11, Assoni ne, Benevelli 10, Loschi, Passera 4, Tomasello ne, Nelson 11, Giammò ne, Brownlee 17. All. Diana

Manital Torino: Giachetti 10, Mancinelli 19, Fantoni 5, Lewis 11, Viglianisi, Bruttini 3, Rosselli 8, Gergati 3, Pichi ne, Miller 14. All. Bechi

Brescia 1 – Torino 0: è questa l’unica cosa certa al termine della prima sfida delle semifinali tra Centrale del Latte e Manital. Poi, tutto quello che è successo nell’arco dei 40 minuti non è ancora del tutto chiaro a chi vive, come noi e voi, di pane e Leonessa. 40 minuti in cui è successo di tutto: Torino sembrava aver chiuso a doppia mandata la vittoria, dominando in lungo e in largo nel primo tempo e in parte del terzo quarto. Ma il cuore infinito di Brescia e un San Filippo clamoroso hanno rimesso tutto in discussione: un ultimo quarto da 25-9 dice tutto sull’epilogo di una partita che, comunque andrà la serie, rimarrà scolpita nella memoria dei tifosi per tanto, tantissimo tempo. Martedì si replica con gara 2, in programma alle 20.45 al San Filippo (apertura della biglietteria alle 16).

Coach Diana si affida si soliti cinque: Fernandez, Nelson, Loschi, Brownlee e Cittadini, mentre coach Bechi risponde con il quintetto composto da Giachetti, Lewis, Rosselli, Mancinelli e Fantoni.

Torino comincia con grande intensità, sfruttando la superiorità a livello fisico soprattutto nei pressi del canestro: trascinata da Guido Rosselli, autore di 6 punti nei primi 4’ di gioco, arriva al primo vantaggio di 5-8, che diventa poi 7-12, costringendo coach Diana a chiamare timeout. Al rientro Brescia fatica ancora a contrastare la fisicità degli ospiti, ma riesce quantomeno ad accorciare le distanze grazie al canestro di Brownlee e alla pazzesca tripla di Alibegovic da oltre metà campo che fissa il 17-14 dopo 10’. Torino però non sbaglia nulla e nonostante la grande spinta del San Filippo, Brescia non riesce a trovare le giuste misure: Miller e Mancinelli dominano il match e in men che non si dica la PMS è a +15 grazie alla tripla di un ottimo Rosselli. Brescia prova ad alzare l’intensità sia in attacco che in difesa senza grandi risultati, perchè Torino scappa a +20 e costringe coach Diana a chiamare nuovamente timeout. Brescia prova a dare la scossa al match con un mini parziale di 5-0 e accorcia a 13 lunghezze di distacco grazie alla tripla in transizione di Roberto Nelson. Torino risponde immediatamente e alla pausa lunga le distanza tra le due squadre è di 16 lunghezze in favore degli ospiti (30-46).

Brescia si adopera nel massimo sforzo in apertura di terzo quarto e grazie ai 6 punti di Justin Brownlee e alla verve sotto canestro di Cittadini riesce a portarsi a 11 lunghezze di distanza dopo 4’ del terzo periodo. Ancora Torino non si scompone e in men che non si dica riporta il suo vantaggio a 17 lunghezze sul 42-59, grazie a Miller e Mancinelli. La Leonessa torna nuovamente a -11 a 2’ dalla fine ma qualche fischio della terna arbitrale, compresi due falli tecnici attribuiti alla panchina e a Marco Passera, che danno linfa preziosa alla formazione piemontese. Torino è squadra esperta e ne approfitta ma con un colpo di coda finale di Alibegovic da oltre l’arco Brescia riesce a portarsi sul 53-64 quando inizia l’ultimo quarto. Ed è in questi ultimi 10 minuti che succede l’incredibile: la Leonessa, trascinata dalla vera e propria bolgia del San Filippo, riesce a costruire un pazzesco parziale di 11-0 grazie a Brownlee, Nelson e Benevelli e a 4’ dalla fine la partita è  straordinariamente riacciuffata a quota 64-64. Torino ritrova la via del canestro dalla linea della carità e torna a +3, ma una tripla di Benevelli e una tripla di Brownlee completamente fuori equilibrio valgono il primo vantaggio sul punteggio di 70-67 dopo il 3-2 firmato Cittadini nel primo quarto. Il San Filippo è una bolgia e sull’onda dell’entusiasmo i ragazzi mettono a referto un altro parziale di 5-0 con Benevelli e Fernandez, portando il punteggio sul 75-69 a 80 secondi dalla fine. Mancinelli si mette in proprio e con 4 punti consecutivi prova a rimettere in gioco Torino, ma il canestro di Fernandez e l’1/2 di Nelson in lunetta chiudono il match sul 78-73 per i nostri eroici ragazzi, autori di una vera e propria impresa!