DESENZANO – 100 anni prima guerra mondiale, “Ricordare per celebrare la pace”

0

La memoria è nutrimento prezioso per la nostra identità, individuale e collettiva. E nell’anniversario dei cento anni dalla Prima guerra mondiale, anche Desenzano del Garda è pronta a “Ricordare per celebrare la pace (1915-2015)”. Una dichiarazione di intenti che è anche il titolo del programma presentato dall’amministrazione comunale per non dimenticare cosa è stata e cosa ha significato la Grande Guerra, per chi l’ha vissuta e per chi oggi la ricorda come avvenimento storico.

Gli “appuntamenti con la storia” si aprono sabato 16 maggio in occasione dell’inaugurazione della Mostra statica di materiale della Prima guerra mondiale, allestita nelle sale del castello fino al 2 giugno, con la collaborazione del Registro Italiano Giulia e la presenza di uniformi civili e militari da fine ‘800 ai primi del ‘900. L’allestimento guiderà il visitatore attraverso un percorso socio-culturale tra i passaggi cruciali che portarono l’Italia verso la Prima guerra mondiale. Apertura da martedì a domenica in orario 10-12.30 e 15-18.

Secondo momento del centenario desenzanese è la rassegna cinematografica, proposta nel salone “Gino Benedetti” del castello, dal 20 al 22 maggio, con proiezione di film introdotti dal giornalista Marcello Zane e il commento di Matteo Asti. L’inizio è alle 20.45: mercoledì 20 maggio “All’Ovest niente di nuovo” (L.Millestone, 1930); giovedì 21 maggio “Uomini contro” (F.Rosi, 1970); venerdì 22 maggio “Torneranno i prati” (E.Olmi, 2014). L’ingresso al castello è libero sia per la mostra che per la rassegna cinematografica.

Sabato 23 maggio, per gli studenti degli istituti superiori di Desenzano, si terrà invece nell’Auditorium Celesti il convegno “La Grande Guerra a Desenzano”, in cui interverranno i relatori Marco Trentini (“Soldati e ragioni: indagini sui caduti desenzanesi”), Mauro Enrico (“Politica, associazionismo, società locale 1915-1918), Maurizio Abastanotti (“Liceali alla guerra. Il Bagatta nel conflitto”) e Marcello Zane (“La vivace Desenzano: la città vista dai soldati italiani”).

Infine, domenica 24 maggio alle 10, sempre nel salone “Gino Benedetti” del castello, saranno proposte alcune letture sulla Grande Guerra e una visita guidata alla mostra, a ricordo dell’entrata in guerra del nostro Paese; evento a cura dell’Associazione Faro Tricolore ed esposizione di auto d’epoca in cortile.

Il 2 giugno, come sempre, sarà celebrata la Festa della Repubblica a Rivoltella, alla presenza delle associazioni d’arma, con l’accompagnamento della Banda cittadina e del coro di alunni della scuola primaria “Don Mazzolari” e delle medie “Catullo”; a novembre altri due appuntamenti, ancora in castello, saranno scanditi dal Teatro Poetico di Gavardo.

La città di Desenzano aderisce anche al Coordinamento nazionale enti locali per la pace e i diritti umani.

«Con il ciclo di eventi “Ricordare per celebrare la pace” – afferma il sindaco Rosa Leso – desideriamo mantenere viva la memoria, ricordando in particolare il 24 maggio 1915, data dell’ingresso in guerra dell’Italia. Immagini, racconti, film e materiali originali ci rimandano col pensiero ai giorni duri della Grande Guerra, alle perdite umane e ai valori condivisi che, oggi, sono ancora importanti per il nostro vivere quotidiano, per dare un volto più umano alla storia e per riflettere sulle nostre radici e sul futuro che vogliamo costruire».