BRESCIA – Beni Unesco distrutti da Isis in Medio Oriente, drappo nero in Santa Giulia

0

Il Comune di Brescia e la Fondazione Brescia Musei aderiscono alla campagna “Unite4heritage” dell’Unesco e dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale dell’Unesco contro la distruzione dei beni storico-culturali avviata in Medio Oriente, anche su siti Unesco, da parte dell’Isis.

Oggi, venerdì 15 maggio, un drappo nero viene esposto nei monumenti del Patrimonio italiano riconosciuti dall’Unesco. “La volontà crudele di cancellare la storia di un popolo, nel folle tentativo di riscriverla a proprio piacimento, è comparabile all’annientamento di quello stesso popolo – dice l’assessore alla Cultura Laura Castelletti.-

A pochi giorni dalla conclusione di lunghi e appassionati lavori che hanno consentito di riconsegnare alla città e ai suoi abitanti presenti e futuri un’area archeologica che racchiude oltre duemila anni di storia, il nostro sdegno per la distruzione perpetrata in Medio Oriente è ancora più forte e la nostra adesione alla campagna promossa dall’associazione dei siti Unesco quanto mai convinta”. Un drappo viene esposto al Monastero di San Salvatore e Santa Giulia come segno di cordoglio.