Riforma enti locali, Comunità montana Valcamonica chiede più autonomia. Ma tra tanti ostacoli

0

La Valcamonica vuole una sorta di indipendenza con più funzioni rispetto alle attuali e maggiore autonomia. Come riporta il GiornalediBrescia.it, la seduta dell’assemblea della Comunità montana di pochi giorni fa ha approvato una delibera proprio per chiedere più autonomia nella riforma di riordino degli enti locali e funzioni per gli enti di area vasta. Richiesta che sarà inviata alla Regione Lombardia e al Governo italiano.

Ma prima sono necessari alcuni passaggi. Il caso sarà esaminato nei consigli comunali dei 41 paesi che fanno parte della valle e poi una petizione popolare da parte dei cittadini per chiedere con ancora più forza di diventare autonomia. Ma ci sono già i primi problemi, innanzitutto giuridici. Che forma giuridica può avere la Valcamonica visto che attualmente non esiste nell’ordinamento?

E poi la riforma Delrio prevede autonomie, ma per enti già riconosciuti come province, per esempio Sondrio. La richiesta in ogni caso ha già raggiunto il presidente della Provincia di Brescia Pierluigi Mottinelli che nella definizione del nuovo Statuto di area vasta durante l’assemblea convocata per lunedì prossimo potrebbero essere inserite delle modifiche che comprendono casi del genere.