Basket A2 playoff, stop di Brescia Leonessa in gara 3. Vince Trieste

0

Pallacanestro Trieste 85

Centrale del Latte Brescia 84

Parziali: 15-16; 24-31 (39-47); 29-19 (68-66); 17-18 (85-84)

Arbitri: Masi, Galasso, Grigioni

Pallacanestro Trieste: Coronica 5, Fossati 5, Norbedo ne, Tonut 21, Ferraro ne, Mastrangelo 6, Grayson 12, Candussi 7, Carra 13, Marini, Holloway 13, Prandin 3. All. Dalmasson

Centrale del Latte Brescia: Fernandez 11, Cittadini 18, Alibegovic 6, Bettelli ne, Benevelli 11, Loschi 7, Passera 9, Tomasello ne, Nelson 12, Giammò ne, Brownlee 10 (12 rimbalzi). All. Diana

Chi di tripla a un secondo dalla fine ferisce, di tripla a un secondo dalla fine perisce. Le leggi non scritte del mondo della pallacanestro si materializzano con tale puntualità da lasciare spesso interdetti. Ma tant’è: dopo aver vinto gara 2 con una tripla di Justin Brownlee a due secondi dalla fine, la Leonessa paga dazio al PalaRubini di Trieste in gara 3, decisa da una tripla di Tonut a poco più di un secondo dalla fine. 85-84 il punteggio finale, che per i ragazzi di Dalmasson vale l’1-2 nella serie e soprattutto la possibilità di giocare sullo stesso parquet una importantissima gara 4 (domenica 10 maggio ore 18). Brescia ha gettato via la grande occasione di chiuderla qua, invece, questa serie, non approfittando di una situazione fallli a favore e commettendo alcune ingenuità nel finale di gara. Miglior marcatore per la Centrale ancora Alessandro Cittadini (18 punti).

Diana recupera Benevelli dopo il virus influenzale che ne aveva impedito l’utilizzo in Gara 2 e scende in campo con il “solito” quintetto, composto da Fernandez, Alibegovic, Loschi, Brownlee e Cittadini. Stessi cinque delle due gare giocate al San Filippo anche per Dalmasson, che si affida a Grayson, Carra, Tonut, Holloway e Candussi.

Inizia fortissimo la formazione di casa, che nella bolgia del PalaTrieste va subito a referto con due bombe firmate da Candussi e Tonut. La risposta di Brescia è affidata all’uomo più esperto del roster, Alessandro Cittadini, che va a referto con un fondamentale gioco da tre punti. Le percentuali al tiro sono basse per entrambe le squadre ma avanti nel punteggio ci sono sempre i padroni di casa, trascinata in attacco da Tonut e Holloway: il numero 7 in maglia Trieste affonda anche la schiacciata a difesa schierata ma Brescia, con un gioco da tre punti di Cittadini e una tripla di Alibegovic trova l’aggancio a quota 13-13. Carra trova un canestro fortunoso, ma con il libero di Nelson e la bimane di Cittadini, Brescia chiude il primo quarto avanti 15-16.

Brownlee e Benevelli aprono alla grande il secondo quarto e Trieste tiene botta in prima battuta con Prandin, Tonut e Carra, prima del parziale di 12-1 messo a referto da Loschi e compagni che vale a 5’ dalla pausa lunga il +11 sul 22-33. Trieste prova ad alzare i ritmi difensivi ma Brescia è estremamente concreta e sfrutta ogni spazio lasciato dalla squadra di Dalmasson: le percentuali da oltre l’arco sono irreali e Brescia le cavalca al meglio, chiudendo con 6 su 11 un primo tempo che dal punto di vista del punteggio dice 39-47 per i nostri ragazzi.

Trieste si opera nel massimo sforzo in apertura di secondo tempo e con un parziale di 12-4, frutto dei 5 punti consecutivi di Holloway, impatta a quota 51-51 costringendo coach Diana a chiamare timeout. Cittadini trova un punto dalla linea della carità, ma non blocca l’onda triestina, che continua a macinare canestri e a 4’ dalla fine del terzo quarto è avanti di 5 lunghezze, che diventano 6 dopo il completamento del gioco da tre punti di Andrea Coronica. Brescia è tenuta in gara da un ottimo Andrea Benevelli, che dà ossigeno con i suoi punti all’attacco di coach Diana: Trieste rallenta un po’ il ritmo e con i liberi di Fernandez e la tripla pazzesca di Loschi da 7 metri la Leonessa agguanta i padroni di casa a quota 66-66.

Il vantaggio la Leonessa lo trova con la tripla di Fernandez in apertura di ultimo periodo, ma Trieste non molla e rimane sempre lì grazie all’inossidabile Marco Carra, che si carica sulle spalle l’attacco dei suoi. Brownlee dall’altra parte, dopo una partita più ombre che luci, mette a referto due falli e canestri (per 5 punti) consecutivi e i punti di vantaggio per la Leonessa sono 6 a 4’ dalla fine: l’inerzia sembra nettamente a favore dei ragazzi di coach Diana, ma l’imprecisione dalla lunetta permette a Trieste di riportarsi a solamente un possesso di distacco quando il cronometro dice 120 secondi al termine.

Cittadini con gran freddezza segna in entrata, ma tre punti consecutivi di Fossati riportano Trieste a un solo punto di distanza: Fernandez risponde con un canestro assurdo, Tonut fa 3/3 dalla lunetta e ancora Brownlee segna con un floater a 4 secondi dalla fine. La tripla della vittoria per Trieste se la prende Tonut a un secondo e tre decimi dalla fine: il numero 7 non sbaglia e allunga la serie a Gara 4, che si giocherà domenica 10 maggio alle 18 sempre al PalaRubini.