BRESCIA – Brescia, omicidio Maddalena, Corte Assise: imprenditori macedoni non uccisi sul monte

0

Gli imprenditori macedoni Hristo Uzunov e Sakija Ekrem uccisi, dopo essere stati raggirati per un falso affare, da colpi di pistola il 23 giugno del 2011 sul monte Maddalena a Brescia, in realtà non sarebbero stati uccisi proprio sulla Maddalena.

Come riporta il GiornalediBrescia.it citando le motivazioni della Corte d’Assise di Brescia che ha condannato all’ergastolo Andrea Volonghi ritenuto il terzo della banda di assassini, le vittime non sarebbero state uccise nel punto in cui sono state trovate il 15 ottobre.

Secondo i giudici che hanno condannato in secondo grado Volonghi sarebbe impossibile che i due imprenditori, alle prese con il chiedere informazioni agli italiani su che fine avessero fatto i loro soldi, accettassero di andare in un posto così nascosto.

E visti anche i tabulati telefonici di quelle ore, i tre avrebbero ucciso gli imprenditori in un posto non ancora accertato per poi portarli sulla Maddalena solo a luglio, prima di essere trovati in uno stato di decomposizione ormai avanzato a ottobre. Per quell’omicidio sono stati condannati Andrea Volonghi, Luca Cerubini e Daniele Saravini. Nella foto il punto in cui sono stati trovati i corpi delle vittime