BRESCIA – 1,2 milioni sotto lavatrice, sorveglianza speciale per imprenditore di Chiari

0

Aveva destato scalpore il ritrovamento, da parte del Gruppo d’Investigazione sulla Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza di Brescia, nell’aprile scorso, di 1,2 milioni di euro in contanti sotto la lavatrice custoditi da parte di un imprenditore edile di Chiari.

Nella stessa operazione era stato anche trovato un gioiello di alto valore nell’armadio e 1,4 milioni in depositi bancari. Con lui era stato fermato un bolognese di 36 anni che teneva 250 mila euro nella confezione di un panettone.

Secondo i dati della Finanza l’imprenditore clarense doveva al fisco 300 mila euro ed era stato denunciato per evasione fiscale. Il giudice del tribunale di Brescia ha deciso oggi di confiscare i soldi e mettere la sorveglianza speciale all’imprenditore. Il denaro durante dieci anni di evasione è stato dato all’Erario.