BRESCIA – Rifiuti fuori dai cassonetti a Chiesanuova, rabbia dei residenti. E ci sono anche aiuti umanitari

0

Una discarica di rifiuti nel quartiere Chiesanuova di Brescia, tra via Parenzo e via Ercoliani, persino con scatolette di alimentari e vestiti destinati ai paesi più poveri. E’ una situazione presente da tempo nella comunità bresciana, ma adesso i residenti non ne possono più per l’odore acre che arriva da quei rifiuti.

L’allarme, riportato dal GiornalediBrescia.it, parla di vestiti, scatolette di alimentari e prodotti con la dicitura “Aiuto Ue non commerciabile” accanto ai cassonetti dei rifiuti e del green service e che l’inciviltà ha portato sul posto. I cittadini hanno deciso di immortalare in video e fotografie lo scempio di questi luoghi. Documenti che poi hanno mostrato alle istituzioni per chiedere un intervento.

Aprica, l’azienda che gestisce la nettezza urbana, dice di svuotare l’isola ecologica più volte alla settimana, ma ormai sembra diventata abitudine di alcuni residenti il buttare rifiuti fuori dai cassonetti. E’ una situazione che riguarda anche altri quartieri di Brescia, dove per esempio è arrivato il sistema a calotta. In alcune comunità dove è stato introdotto, più volte si gettano i rifiuti e in modo proporzionale si paga.

Così c’è qualcuno che per non far vedere di consumare tanto, decide di gettare lo sporco in altri quartieri. La polizia locale parla di già un centinaio di multe fatte per una pena che può arrivare fino a 1.000 euro e per un problema sul quale Aprica ha speso 400 mila euro. Nonostante questo, i gesti di inciviltà vanno avanti. Mentre si pensa, per i vestiti e altri aiuti umanitari trovati gettati sul posto, di raccoglierli e destinarli dove devono andare. Immagine di archivio