TREMOSINE – Lettera di minacce al sindaco Girardi. Lui: “Non mi fanno paura. Lavoro per i cittadini”

0

Il sindaco di Tremosine, sul lago di Garda, Battista Girardi ha ricevuto mercoledì in municipio una lettera manoscritta con minacce di morte e il disegno di un proiettile intimandogli di dimettersi dalla carica. E il primo cittadino si definisce amareggiato, ma non preoccupato.

“Da quando ci siamo insediati stiamo lavorando con trasparenza, onestà e correttezza rispettando i diritti di ogni cittadino senza distinzioni – risponde il sindaco dopo aver ricevuto la minaccia.- Combattiamo certe abitudini e sistemi nel gestire il Comune che erano usati in passato e poco trasparenti. Forse queste decisioni verso una maggiore trasparenza non piace a qualcuno e intende minacciarmi”.

Al centro delle critiche rivolte al sindaco ci sarebbe l’aumento di stipendio e vari bonus, ma che lo stesso primo cittadino smentisce parlando di “compensi previsti dalla legge, senza alcun aumento”. “Non sono intimorito dalla lettera, anzi sono determinato a lavorare per il mandato che mi hanno dato i cittadini” conclude Girardi.