BRESCIA – Agguato dopo Brescia-Vicenza, trasferta vietata e curva chiusa per i tifosi biancoblu

0

“Grave comportamento dei tifosi bresciani in occasione della gara Brescia-Vicenza responsabili di reiterate e premeditate aggressioni ai danni della tifoseria ospite da parte di nutriti gruppi di supporter locali”. Scrive così in una nota l’Osservatorio del Ministero dell’Interno sulle manifestazioni sportive con cui ha vietato la trasferta ai tifosi biancoblu nella gara Spezia-Brescia di sabato 2 maggio.

E’ costata cara, quindi, l’aggressione di una trentina di ultras bresciani ai danni di un pullman che riportava a casa i tifosi del Vicenza dopo la gara di campionato di serie B martedì al Rigamonti. In quella vicenda un ragazzino di 12 anni seduto accanto al padre era stato colpito a un occhio, per fortuna senza gravi conseguenze, dalle schegge di vetro dopo il lancio di sassi.

Per quel fatto un 20enne di Manerbio è stato arrestato patteggiando una pena di 2 mesi e 20 giorni e altri dieci denunciati, di cui cinque minorenni. Ma sui tifosi bresciani, oltre al divieto di trasferta, è arrivata anche la decisione di chiudere per un turno la curva Nord durante Brescia-Catania del 9 maggio. La violenza è stata condannata dal Brescia Calcio e dalla Lega di serie B.