BRESCIA – Crisi Iveco, 850 perdono il posto. E su 600 verso Suzzara solo 70 hanno detto sì

0

850 dipendenti perderanno il posto di lavoro all’Iveco di Brescia. La notizia era nell’aria da tempo, ma per la prima volta l’azienda ha messo nero su bianco il piano che intende portare avanti e presentato ieri ai sindacati. Per 200 di questi si è trovata una soluzione interna.

Degli altri, i primi 200, su base volontaria e su un totale previsto di 600, verranno trasferiti all’impianto di Suzzara a settembre. Ma di questi solo 70 hanno detto sì. I sindacati, che torneranno a parlare con l’azienda giovedì 30 aprile, cercano una soluzione alternativa per quelli in esubero verso il mantovano e senza rischiare che la decisione venga presa solo dalla fabbrica.

Le possibilità sono quelle di obbligare al trasferimento senza incentivi con 20 mila euro lordi o 24 mesi di affitto pagato, oppure il licenziamento generale. Oggi i lavoratori bresciani saranno chiamati in assemblea a decidere cosa fare.