LUMEZZANE – Rugby serie A, Patarò batte Valpolicella nell’ultima partita casalinga

0

Tabellino

PATARO’ LUMEZZANE 25-19 VALPOLICELLA

PATARO’ LUMEZZANE: Piscitelli; Savardi (17′ st D.Costantini), Gabba (21′ st Resinelli), Zaffino, Apostoli (33′ pt Scaramella), Faralle, Cittadini; Bellandi, Seminara (20′ st Montini), Scotuzzi; Cuello, Bugatti; Magli (4′ st Piciaccia), Cairo (33′ pt Vitrani), Fazzari (30′ st Cavagna). A disposizione:Ghizzardi.  Allenatore: Michael Gosling

VALPOLICELLA: Mieres; Saccomani, Venturini, Franceschini, Baldi, Ambrosi (15′ st Damoli), Zardini (9′ st Musso); Fraccaroli (38′ st Gasparini), Filippini, Plano Canova; Nicolis, Bianchi; Ferrari, Savoia, Momi. A disposizione: Persi, Ferraro, Simoncelli, Righetti, Pacchera. Allenatore: Zanella

ARBITRO: Palladino

Marcatori: Pt: 4′ c.p. Faralle, 7′ m Mieres, 10′ c.p. Faralle, 16′ m Fraccaroli tr. Mieres, 22′ m Piscitelli tr. Faralle, 26′ c.p. Faralle, 33′ c.p. Faralle, 40′ c.p. Faralle; St: 21’c.p. Faralle, 40′ m Filippini tr. Mieres.

Note: spettatori: 200; cartellini gialli: 15′ st Fraccaroli, 28′ st Saccomani.

Il Patarò Lumezzane si congeda definitivamente dal “Rossaghe” senza rimpianti e senza lacrime, superando Valpolicella e conquistando il posto di comando.

I ragazzi di “Gosling” liberati dal pericolo retrocessione non si sono risparmiati e hanno presto infranto le migliori speranze del Valpolicella. I padroni di casa hanno saputo respingere le violente percussioni dei veronesi, tenendo in mischia chiusa ed in rimessa laterale, per poi fare la differenza dalla piazzola. Faralle ha realizzato 20 dei 25 punti totali, concedendosi uno solo sbaglio nelle otto volte in cui ha cercato la via dei pali. Una sola, invece, la segnatura messa a segno dal Lumezzane, arrivata nel momento cruciale della partita: al 22′ del primo tempo, quando gli ospiti erano in vantaggio per 12-6. Un capolavoro in contropiede, nato da un incursione di Apostoli e terminato con il bruciante sprint di Piscitelli, che ha poi siglato alla bandierina.

Le tre mete segnate dagli ospiti non sono bastate per passare sul sintetico lumezzanese e i veronesi hanno pagato a caro prezzo l’indisciplina e i due cartellini gialli. Il match si è deciso nella prima frazione di gioco con il Lumezzane che ha saputo replicare all’avvio sprint del Valpolicella, in meta dopo 7 giri di lancette con Mieres. Una difesa ben organizzata e aggressiva è servita a contenere le folate offensive dei veronesi, abili manovratori dell’ovale, mentre la precisione di Faralle dalla piazzola è stata fondamentale per raggiungere e superare gli ospiti.

Neanche i molti cambi effettuati da coach Gosling hanno minato l’equilibrio e l’armonia di una squadra ormai a proprio agio in serie A. “Era importante vincere oggi e ci siamo riusciti – come menta coach Gosling-. È stata una partita dura, abbiamo faticato, ma siamo riusciti a salutare il nostro pubblico con il sorriso. I giovani che sono entrati hanno fatto molto bene e questo è buon segnale per la prossima stagione. È un giorno positivo sotto tutti i punti di vista”.

Domenica prossima l’ultima fatica stagionale: la prima annata in serie A si chiude a Vicenza.