PAVIA – Maugeri, accordo tra Regione e Fondazione. Ritiro da parte civile e azioni da nuova azienda

0

La giunta regionale della Lombardia ha approvato un accordo di concordato preventivo tra il Pirellone e la Fondazione Salvatore Maugeri con il quale rinuncia ad alcuni crediti e finanziamenti verso il gruppo sanitario. “Con questo lavoro che ha impegnato gli uffici e l’avvocatura della Regione salviamo 3.500 lavoratori della fondazione e garantiamo il proseguimento dei servizi di qualità per la riabilitazione” ha detto l’assessore alla Sanità Mario Mantovani nella conferenza stampa dopo la seduta di giunta.

“La Fondazione Maugeri registra con soddisfazione l’approvazione da parte della Regione Lombardia dell’accordo transattivo proposto in merito alla citazione della Fondazione stessa – si legge in una nota del gruppo – come responsabile civile in via subordinata, in quanto datore di lavoro dell’ex direttore generale Costantino Passerino contro cui la Regione si è costituita parte civile. Citazione che impediva lo sviluppo dell’azione di risanamento intrapresa nel novembre scorso con la richiesta di concordato con riserva al tribunale di Pavia.

Si trattava di un contenzioso potenzialmente enorme che non poteva restare sospeso e che doveva essere gestito nell’ambito della procedura avviata con il tribunale. In pratica, l’accordo prevede che la Regione ritirerà la citazione e rinuncerà ad alcuni crediti e finanziamenti per 15 milioni di euro e con il pagamento di 2,5 milioni.

L’importo del danno verrà quindi stabilito alla fine dei processi civili e penali in corso, ma la Regione potrà chiedere pegno sulle azioni della nuova azienda dopo la ristrutturazione del piano. “L’accordo permette alla Fondazione di continuare verso una positiva soluzione della procedura che scade il 2 maggio – termina la nota – e la Regione ha mostrato di riconoscere la bontà del nostro lavoro”.