COMO – Terrorismo, questore di Brescia toglie passaporto a giovane pronto per l’Isis

0

Un 19enne di origine tunisina e residente a Como si è visto togliere ieri dalla Digos lariana la carta d’identità e passaporto dopo la richiesta formulata dal questore di Brescia Carmine Esposito.

Il motivo è connesso all’attività degli inquirenti della Digos bresciana che tengono sott’occhio il giovane per possibili episodi di terroristico di tipo islamico. Con questo provvedimento è la prima volta che viene applicato il decreto sulle misure urgenti per il contrasto al terrorismo, anche internazionale.

La vicenda è collegata all’indagine avviata mesi fa sull’asse tra Italia e Albania quando Elvis Elezi, accusato di reclutare soldati per l’Isis, era stato arrestato a Torino durante l’operazione “Balcan Connection”.

Il 19enne comasco nel febbraio dell’anno scorso (quando era minorenne) aveva scritto in chat proprio a Elezi chiedendo di poter far parte delle milizie dell’Isis, cosa che sarebbe potuta avvenire a settembre quando avrebbe compiuto diciotto anni. Poi però a giugno ci aveva ripensato. Così Brescia tiene gli occhi aperti anche dopo l’operazione di ieri contro un imam bergamasco passato proprio da Brescia.