TREMOSINE – Cene e formaggi pagati con fondi pubblici, 3 anni e 8 mesi per l’ex sindaco Ardigò

0

L’ex sindaco di Tremosine Diego Ardigò è stato condannato a 3 anni e otto mesi di carcere dal tribunale di Brescia per peculato. La sentenza di primo grado pronunciata ieri dal giudice Vittorio Masia fa riferimento alle cene considerate non di rappresentanza e ai formaggi e prodotti tipici, per un valore di 3 mila euro, che l’ex primo cittadino avrebbe pagato usando fondi pubblici dall’autunno del 2009 all’estate del 2010.

Tra i latticini, spuntano le Formagelle di Tremosine donate a Juergen Bubendei, in quel periodo console tedesco. La difesa ha definito di rappresentanza le cene e i doni per promuovere il territorio e cercare nuovi sponsor e nelle due memorie difensive presentate al giudice ha anche contestato il fatto che la legge per questo tipo di spese non è così chiara.

Il pubblico ministero Leonardo Lesti nella requisitoria finale aveva chiesto tre anni di carcere, ma il giudice ha calcato la mano dando otto mesi in più. L’ex sindaco è stato assolto solo per una fattura attestante una cena di Natale con i dipendenti comunali.