GARDONE – Scuole comunali, 516 mila euro per sistemare elementari e medie

0

Il 2015 di Gardone Valtrompia sarà un anno di manutenzioni straordinarie alle scuole di competenza comunale e l’impegno dell’amministrazione, guidata dal sindaco Pierangelo Lancelotti, continua sulla scia di numerosi interventi ordinari e straordinari compiuti negli anni al fine di continuare ad adeguare e quindi ammodernare dal punto di vista strutturale, igienico sanitario e decorativo le scuole dislocate sul territorio gardonese.

Con un investimento di 116 mila euro inserito nel bilancio 2014, di cui 106 mila stanziati tramite mutuo di 20 anni e il resto tramite vendita di mobili – dice l’assessore all’Ambiente, Lavori e Servizi pubblici Piergiuseppe Grazioli, interverremo sulle coperture di alcune strutture comunali come la palestra della scuola secondaria “Canossi”, la palestra della scuola primaria “Andersen”, la palestra della scuola primaria “A. Frank” e la scuola dell’infanzia “Ajmone” sul blocco sud.

I lavori, per ciascun edificio, vanno dalla impermeabilizzazione delle coperture, alla fornitura e posa in opera di nuovi tubi pluviali, alla pulizia o rimozione e sostituzione di lattonerie esistenti con esecuzione eventuali sigillature necessarie, alla fornitura e posa di sistema anticaduta, alla demolizione e nuova realizzazione di lucernari. Con un investimento di 400 mila euro, di cui 200 mila tramite mutuo di 20 anni inserito nel bilancio 2015 e 200 mila tramite un contributo regionale, ottenuto nel mese di febbraio, con una prima quota di finanziamento (pari al 45% del totale del finanziamento concesso) all’avvio dei lavori, una seconda quota di finanziamento (pari al 45% del totale del finanziamento concesso) al raggiungimento del 60% dei lavori e il saldo a collaudo lavori, interverremo sulla scuola primaria “Rodari” e secondaria “Canossi” di via Diaz.

La scuola è un edificio composto da quattro fabbricati principali collegati tra loro da rampe, scale e corridoi, due dei quali si sviluppano su due piani fuori terra (due padiglioni ala scuola secondaria), uno su tre piani fuori terra oltre al piano seminterrato (ala scuola primaria) ed uno su un piano fuori terra oltre al piano seminterrato (ala palestra e uffici direzione). L’edificio, costruito alla fine degli anni ’60, abbisogna di svariati interventi di ristrutturazione e adeguamento.

I lavori prevedono l’adeguamento alle norme igienico sanitarie e di sicurezza tra cui il rifacimento della terrazza esistente con la formazione di un nuovo manto impermeabile e pavimentazione, insonorizzazione acustica della mensa al piano seminterrato della scuola primaria e servizi igienici presso l’ala uffici di direzione della scuola secondaria, ristrutturazione dei servizi igienici esistenti mediante riadattamento degli spazi interni per messa in sicurezza vie di fuga verso uscite di emergenza.

Poi ancora la tinteggiatura delle pareti esterne nelle parti più degradate, realizzazione di una nuova pensilina da posizionarsi a protezione dell’ingresso principale all’istituto, adeguamento alle norme di agibilità degli edifici e abbattimento delle barriere architettoniche tra cui la realizzazione di un nuovo servizio igienico al piano seminterrato della scuola primaria, una rampa di collegamento tra il piano rialzato dell’ala della scuola primaria
(non dotata di servizi igienici per diversamente abili) e il piano rialzato in corrispondenza degli uffici in direzione,
rifacimento di un tratto di linea fognaria guasta, esterna all’edificio.

Poi la fornitura e posa di servo scala da posizionarsi presso la scala di collegamento tra il piano seminterrato (che a seguito dei presenti lavori, diverrà dotato di servizi igienici per diversamente abili) della scuola primaria, riadattamento di spazi interni senza aumenti di cubatura dopo un incremento del numero degli allievi, modifiche interne al piano seminterrato dell’ala della scuola primaria finalizzate all’ampliamento dell’attuale spazio destinato a mensa che si rende necessario in seguito all’aumento degli alunni che usufruiscono al servizio pasti. I lavori inizieranno a metà giugno fino all’avvio del nuovo anno scolastico 2015/2016. Nella foto la scuola “Canossi” di Gardone