DESENZANO – Maltrattamenti in casa famiglia “Rama Dan”, pm chiede condanna per titolari

0

I titolari coniugi della casa famiglia per giovani fragili “Rama Dan” di Desenzano del Garda sono imputati in un processo in corso al tribunale di Brescia per presunti maltrattamenti su due ospiti della struttura. Un’accusa per la quale il pubblico ministero Leonardo Lesti ha chiesto per entrambi 1 anno e otto mesi di carcere.

Il pm parla di presunte pratiche oltre lo scopo educativo che una comunità del genere dovrebbe dare, come obbligare a fare le marce sotto la pioggia, testate e schiaffi a quelli che si comportano male.

Gli avvocati dei titolari della struttura chiedono l’assoluzione perché secondo loro i trattamenti nella comunità sono educativi. Il processo andrà avanti il 5 maggio quando il giudice potrebbe pronunciare la sentenza.