BRESCIA – Made in Italy e artigianato, i numeri del settore fabbricazione di mobili

0

Per il presidente di Confartigianato Imprese Unione di Brescia e Lombardia Eugenio Massetti: «Talento, creatività e bellezza del design Made in Italy che è anzitutto artigiano. Un marchio, simbolo di eccellenza riconosciuta che ci ha resi famosi nel mondo. Un settore in crescita, anche grazie agli incentivi, perciò crediamo che sia utile che il Governo confermi ed estenda per più anni gli interventi, già inseriti nell’ultima Legge di Stabilità, che riguardano il settore del legno-arredo. Bonus mobili che è stato positivo per le aziende e utile per i cittadini e il mercato soprattutto interno» conclude Massetti. Si ricorda, infatti, che il “Bonus Mobili” che prevede la detrazione del 50% per mobili ed elettrodomestici efficienti per l’arredo dell’immobile ristrutturato è prorogato dalla Legge di Stabilità 2015 fino al 31 dicembre 2015.

I dati: In Lombardia, delle 5.783 imprese attive nel IV trimestre 2014, 3.619 sono artigiane, vale a dire il 62,6% del totale. Tradotto in termini occupazionali, vuol dire 30.011 addetti, di cui 12.703 in imprese artigiane. Questo sotto il profilo della dimensione aziendale significa che il 98,5% delle imprese ha meno di 50 dipendenti. Sul fronte dell’export, il settore del mobile lombardo vale 684 milioni di euro (IV trimestre 2014) pari al 2,4% del totale dell’export manifatturiero. Sotto questo aspetto i dati registrano una crescita che per alcuni mercati è a doppia cifra. In un anno le esportazioni di mobili made in Lombardia, infatti, sono cresciute del 9,6%, dato che arriva a 10,2 se si considerano i mercati extra UE 28, destinatari del 58,5% dei mobili lombardi venduti all’estero.

A Brescia, delle 415 imprese attive nel IV trim. 2014 (9 in meno rispetto allo stesso periodo di un anno prima, -2,1%), il numero delle imprese artigiane registrate sono 293, vale a dire il 70,6%, persino di più rispetto al già buon livello lombardo e si registrano 4 imprese in meno rispetto al IV trim. 2013 (-1,3%). Sul totale degli addetti di 2.067, il numero di occupati nelle imprese artigiane è di 1.115 con un’incidenza percentuale di addetti imprese artigiane sul totale di addetti del 54%. Sotto il profilo della dimensione aziendale il 99,2% delle imprese di questo settore ha meno di 50 dipendenti. Sul fronte dell’export, il settore del mobile bresciano vale 51 milioni di euro (IV trimestre 2014) pari al 1,4% del totale dell’export manifatturiero. In un anno le esportazioni di mobili made in Brescia sono cresciute del 7,9%, dato che arriva al 9,5% se si considerano solo i mercati  UE 28, destinatari del 74,6% dei mobili bresciani venduti all’estero. I mercati extra UE 28, sono destinatari del 25,4% dei mobili bresciani venduti all’estero, con una crescita tra il IV trimestre  2014 e lo stesso periodo di un anno prima del 3,5%.