BRESCIA – Approvato in giunta regionale il pdl “Manifattura Diffusa 4.0”

0

Approvato in Giunta Regionale il pdl “Manifattura diffusa 4.0”, che valorizza e sostiene il valore del lavoro artigiano e la manifattura innovativa. «È un fatto di straordinaria rilevanza – dichiara il presidente di Confartigianato Imprese Unione di Brescia e Lombardia Eugenio Massetti – perché riconosce l’artigianato del futuro come componente essenziale del tessuto sociale e produttivo lombardo. Coglie una prospettiva di innovazione intesa come integrazione fra saperi tradizionali, conoscenza e tecnologia, un dialogo tra sapere e saper fare». Il pdl individua anche alcuni strumenti per favorire la transizione verso un nuovo artigianato. «Auspicabile un percorso condiviso e rapido – conclude Massetti – nel quale non mancherà il nostro convinto contributo».

Per l’assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione Mario Melazzini: «Obiettivo della proposta è riconoscere e far emergere il fenomeno in atto, comunemente definito ‘terza rivoluzione industriale’. Vogliamo fornire strumenti innovativi finalizzati a incrementarne la capacità competitiva delle imprese lombarde e favorire la re-industrializzazione nell’innovazione, così come un rapporto virtuoso tra ‘saper fare’ tradizionale e propensione all’innovazione. ll superamento delle rigide delimitazioni dimensionali e settoriali sposta il focus sulle modalità di produzione e organizzazione in grado di dare valore distintivo al prodotto: tradizione, tecnologia e bellezza per sfidare il mondo».

Per definire i contenuti della nuova normativa, è stato svolto un ampio percorso di consultazione e condivisione con le associazioni di categoria, Confartigianato in primis, il mondo produttivo e quello accademico. Per la realizzazione delle diverse misure che saranno attuate in sinergia con il Piano Strategico ‘Innova Lombardia’ verranno utilizzate risorse regionali, nazionali ed europee (programma POR FESR in particolare), pari a circa 580 milioni di euro.