BRESCIA – Brescia, bambino scappa in treno per andare dal padre a Verona. Trovato e sta bene

0

E’ una storia che per fortuna ha avuto il lieto fine quella di un bambino nigeriano di 7 anni in grado di prendere un treno dalla stazione di Brescia verso Verona. Un viaggio per andare a trovare il padre che vive a Rovigo e lavora proprio nella città scaligera. E’ successo ieri pomeriggio quando il bambino era con la madre nella zona del parco Ducos di Brescia, non lontano da viale Piave dove abitano, per poi far perdere le sue tracce.

E prima delle 17,30 la madre ha denunciato la scomparsa del figlio alla polizia. L’episodio è legato a una situazione del passato. Madre e bambino erano ospiti di una coppia in viale Piave dove però l’uomo si era reso responsabile di violenze proprio verso i due. Così, dopo una denuncia, si erano allontanati e sono andati ad abitare in un altro appartamento.

Dopo un po’ di tempo, quando la situazione si era resa più tranquilla, madre e figlio sono tornati in viale Piave. Un posto che evidentemente non piaceva e ricordava tristi episodi al bambino protagonista ieri dell’avventura. E’ scappato dal parco, ha raggiunto la stazione dove ha preso il treno tramite un biglietto pagato da un adulto che la polizia sta cercando e arrivato a Verona ha preso un autobus con il quale ha raggiunto il negozio dove sapeva lavorasse il padre.

Ma quando ha raggiunto il posto ha notato che era chiuso, così è tornato alla stazione di Verona e qui è stato fermato dalla polizia. L’attività dell’uomo era chiusa perché, dopo aver avuto la chiamata sulla scomparsa del figlio, era andato alla stazione di Brescia. Il piccolo è stato poi affidato ai genitori. Le forze dell’ordine stanno anche verificando per quale motivo nessuno avesse visto abbia notato nulla di strano in un bambino di 7 anni che prende il treno.