VILLA CARCINA – “Mongol Rally”, 25 aprile, spettacolo e visita a Expo. Le iniziative del Comune

0

Vanno avanti gli appuntamenti e le iniziative per i prossimi giorni a Villa Carcina. Giovedì 16 aprile alle 20,30 in Villa Glisenti con ingresso libero ci sarà l’incontro di presentazione del progetto ““Mongol Rally 2015”” patrocinato dall’assessorato allo Sport che a luglio vedrà partire dalla Valtrompia tre ragazzi diretti in Mongolia con una vecchia Fiat 127. Per sensibilizzare la gente e raccogliere fondi per due associazioni, come “Cool earth” associazione ufficiale associata al Mongol rally attiva in tutto il mondo per la tutela dell’’ambiente e l’Associazione Bambino Emopatico onlus che collabora da più di trent’anni con il reparto di onco-ematologia pediatrica degli Spedali civili di Brescia.

Un’altra iniziativa si chiama “Usque ad sanguinem – Con la Forza dell’Amore”, mostra evento a vent’anni dall’epidemia di ebola a Kikwit, proposta dal 18 aprile al 24 maggio dalla Casa della Suore della Poverelle di Cailina in via Scaluggia 89 per ricordare le sei consorelle morte durante il contagio. La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 15 alle 21. Questo il calendario degli altri appuntamenti:

Sabato 18 aprile, alle 20, concerto di inaugurazione con il Coro polifonico di Cailina;
Venerdì 24 aprile, alle 20, “”Scriviamo l’amore””, musical dei ragazzi dell’oratorio;
Domenica 3 maggio, alle 16, concerto del coro “Voci Incanto” di Lumezzane;
Venerdì 8 maggio, alle 20, conferenza sul tema “”Il paradigma di Ebola””, relazione sulle infezioni emergenti;
Domenica 10 maggio, alle 16, anniversari di professione religiosa. Festeggiamento delle suore per i traguardi raggiunti. Il pomeriggio sarà allietato musicalmente dal gruppo “”Come som bu”;
Sabato 23 maggio alle 18, messa animata dal coro ”Regina Coeli” con Carosello musicale di Banda Amica;
Domenica 24 maggio, alle 12, pranzo insieme con spiedo, anche da asporto.

Poi gli assessorati alla Cultura e Pubblica istruzione, con l’Anpi di Villa Carcina e i sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil, per il 70° anniversario della liberazione (1945-2015), propongono celebrazioni e un ciclo di incontri e appuntamenti, tutti ad ingresso libero.
Sabato 18 aprile, il Comune, l’istituto Comprensivo “T. Olivelli” e l’Anpi propongono la manifestazione “1945-1945: 70° anniversario della Liberazione”. Alle 9,30 la messa nella parrocchiale di Villa, a seguire il corteo con deposizione di corone alle vittime del nazifascismo, alle 11,15 incontro con il sindaco nell’auditorium di via Roma e alle 11,30 discorso ufficiale tenuto da un rappresentante dell’Anpi e inno nazionale musicato e cantato dagli studenti dell’istituto comprensivo “T. Olivelli”. Accompagnerà la manifestazione la Banda Amica.
Da venerdì 24 (con inaugurazione alle 18,30) a domenica 26 aprile, in Villa Glisenti con apertura dalle 15 alle 20, verrà proposta la mostra “La conquista della libertà: la lotta partigiana narrata in filmati, immagini e libri”;
Domenica 26 aprile, alle 18 in Villa Glisenti, si terrà il concerto “”I Malghesetti cantano la Resistenza””;
Martedì 28 aprile, alle ore 20,30 nella sala conferenze di Villa Glisenti si terrà la conferenza “Fatti, uomini e donne della Resistenza a Brescia e in Valtrompia” con lo storico e scrittore Marino Ruzzenenti.

Un’altra iniziativa, dell’assessorato alla Cultura con la Comunità montana della Valtrompia e l’associazione “Treatro” di Gardone è il tradizionale appuntamento con la rassegna teatrale “Proposta” in programma domenica 19 aprile nell’auditorium di via Roma. L’ingresso è fissato in €5 euro. In programma lo spettacolo “”La semplicità ingannata””, liberamente ispirato alle opere letterarie di Arcangela Tarabotti e alla vicenda delle Clarisse di Udine, di e con Marta Cuscunà per una coproduzione di Centrale Fies e Operaestate Festival Veneto. Oggi c’’è estremo bisogno di parlare di resistenze femminili perché nella società la figura femminile è molto contraddittoria: da un lato dobbiamo garantire per legge la presenza delle quote rosa in politica, dall’’altro proprio le donne sono al centro della vita mediatica in quanto merce di scambio tra politici e imprenditori corrotti.

La semplicità ingannata parla della particolare resistenza attuata dalle monache del Santa Chiara di Udine che trasformarono il convento udinese in uno spazio di contestazione e libertà di pensiero con un fervore culturale impensabile per l’’universo femminile dell’’epoca. “La semplicità ingannata” è uno spettacolo che riesce ad emozionare, a fare entrare il pubblico in empatia con un tempo e un’’ambientazione remoti. La dimensione tragica del racconto si alterna a momenti in cui l’’ironia diventa la chiave di lettura di ciò che accade, come l’’accoglienza circense del vescovo-mangiafuoco che ospita le bambine in visita al convento, comprandole con un pugno di caramelle.

Infine, il Comune, nell’ambito del progetto “Se-mentis”, con i Comuni di Caino, Nave, Bovezzo, Collebeato e Concesio, la Comunità montana della Valtrompia e la cooperativa sociale “La Vela”, propone uno dei viaggi organizzati all’Expo di Milano in programma da maggio a settembre. La quota di iscrizione è di 43 euro e comprende il viaggio con pullman granturismo, il biglietto di ingresso giornaliero al sito espositivo e la quota assicurativa. Per informazioni e prenotazioni si può contattare la cooperativa “La Vela” dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 via mail e allo 030.2530343. Da Villa Carcina le visite sono programmate per sabato 20 giugno (prenotazioni entro il 22 maggio) e sabato 5 settembre (prenotazioni entro il 7 agosto) con partenza alle ore 7,45 dal parcheggio di via Marconi (ex municipio, ora Casa delle associazioni) e rientro intorno alle ore 20. Altre date disponibili, con partenza da Bovezzo o Brescia, sono il 31 maggio e il 26 luglio.