BRESCIA – 16 arresti per operazioni con truffa sui mezzi edili, c’è il presidente del Darfo calcio Sallaku

0

Nei sedici arresti messi a segno stamattina dalla Polizia di Stato di Brescia attraverso la sezione Criminalità organizzata tra le province di Brescia, Cremona, Verona, Mantova e Forlì per un’indagine condotta dalla Procura di Cremona c’è anche il presidente della squadra di calcio del Darfo Boario Terme Gezim Sallaku.

Sono stati notificati dodici provvedimenti di custodia cautelare, di cui due in carcere, verso soggetti accusati associazione a delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, riciclaggio, estorsione, truffa, appropriazione indebita e intestazione fittizia di beni. Sedici, Altre quattro persone risultano, invece, latitanti. Poche ore fa alla Questura di Cremona sono stati presentati i dettagli dell’operazione partita da un’indagine che ha coinvolto un calabrese, I. G. di 57 anni, legato alla cosca Arena di Isola Capo Rizzuto, residente a Cremona e ritenuto a capo di un’organizzazione mafiosa che, secondo l’accusa, gestiva diverse società edili attraverso dei prestanome.

In base alle indagini la presunta associazione prendeva a noleggio mezzi pesanti per l’edilizia o li comprava con contratti di leasing per poi diventare proprietario in modo truffaldino e rivederli a ricettatori italiani anche all’estero.

Il sodalizio avrebbe anche acquistato delle società edili fallite facendole gestire da propri prestanome per fermare la liquidazione, diventare proprietari dei mezzi e riscuotere crediti dalle aziende che avevano collaborato. Nella rete della Polizia sono finiti anche B. O. di Lonato, B. M., D. P. A., B. D. S., I. A., I. C. e I. G. di Cremona, M. W. di Peschiera del Garda, P. C. di Pianico, S. G. di Sale Marasino, C. M. di Brescia e M. R. di Castiglione delle Stiviere.