MILANO – Treni, Lombardia rinnova con Trenord fino al 2020. Pd: “Era meglio aprire una gara europea”

0

La Regione Lombardia ha rinnovato il contratto con Trenord, società partecipata da Trenitalia e Ferrovie nord Milano fino al 2020 con uno stanziamento di 412 milioni di euro all’anno, ma l’azienda dovrà investire in nuovi treni per 200 milioni e definire penali se inadempiente. Lo riporta l’Agi.

Ma il Partito Democratico al Pirellone contesta la decisione per “un vettore che ha collezionato negli anni risultati non proprio entusiasmanti. E’ una proroga – dice Enrico Brambilla nelle dichiarazioni riportate dall’Agi – che arriva senza aver valutato l’efficienza e l’efficacia del servizio e aver preso in considerazione la possibilità di aprire un bando di gara a livello europeo per renderla più competitiva.

Per noi questa rimane la migliore risposta ma la giunta lombarda preferisce di fatto abdicare al proprio ruolo di programmazione del servizio ferroviario affidandosi di nuovo completamente a Trenord. Tutto questo alla vigilia dell’entrata in vigore del nuovo orario estivo dove si preannunciano tagli al servizio ferroviario che non possono essere giustificati da riduzioni di trasferimenti nazionali, ma dalla evidente incapacità di Trenord di gestire al meglio i servizi”.