BRESCIA – Ddl Concorrenza, acquisto della casa: addio al notaio?

0

Grande novità nell’acquisto della casa: per vendere un immobile, del valore massimo di 100mila euro, basterà l’avvocato e si risparmieranno quindi un bel po’ di soldi. E’ questo uno degli aspetti principali secondo le anticipazioni dell’Ansa del disegno di legge sulla concorrenza del ministro Guidi che, dopo la firma del Presidente della Repubblica, dovrebbe essere incardinato in Parlamento, probabilmente alla Camera, entro la prossima settimana.

Il ddl concorrenza, fra le altre cose, prevede anche la liberalizzazione dei servizi di notifica degli atti giudiziari, che non saranno più affidati in esclusiva alle Poste Italiane.

Fra gli aspetti del disegno di legge del ministro Guidi c’è anche un capitolo dedicato ai notai. In particolare, per questi ultimi il disegno di legge elimina il divieto di pubblicità, allarga il bacino di competenza ed elimina il reddito minimo di 50 mila euro. Nel contempo però vengono ridotti gli atti per i quali è richiesta l’autentica notarile e si individuano i casi nei quali questa può essere concessa anche da altri soggetti, come avvocati e commercialisti. Dalla relazione, poi, emerge che vendite e donazioni di immobili ad uso non abitativo di valore “non superiore a 100.000” euro potranno essere redatti anche dagli avvocati. L’avvocato avrà, come i notai, l’obbligo alla “registrazione”, “trascrizione”, “iscrizione”, “voltura catastale” e liquidazione delle imposte.

Nel testo c’è anche una parte relativa alle assicurazioni, per le quali si prevede l’obbligo di sconti significativi nel campo della RC Auto se l’automobilista accetta clausole finalizzate al contenimento dei costi o al contrasto delle frodi, come l’installazione della scatola nera e di rilevatori del tasso alcolemico, ispezioni preventive dei veicoli e il risarcimento presso officine convenzionate.

Fonte CGIA