BRESCIA – Settimana corta a scuola, dominano i contrari. “Poche ore per studio e tempo libero”

0

Vanno avanti i contatti tra la Provincia di Brescia e le scuole superiori locali per sondare il terreno sulla possibilità di introdurre dal prossimo anno la settimana corta, con lezioni dal lunedì al venerdì, senza sabato. E i dirigenti scolastici, come riporta Il Giorno, hanno tempo fino a domani per esprimersi sulla scelta.

Un’opzione che potrebbe far risparmiare al Broletto 1 milione di euro all’anno tra trasporti e riscaldamento nelle aule. Ma per il momento sembrano dominare i contrari. Per esempio potrebbe non bastare un solo rientro nel pomeriggio per compensare le mancate ore di lezione del sabato.

Un altro punto critico secondo gli studenti è il poter dedicare meno tempo a compiti e studio a casa visto che si passerebbero più ore in classe. Problema maggiore per chi arriva da fuori e magari raggiunge casa solo a metà pomeriggio.

Tutte opinioni che saranno espresse nell’assemblea generale degli studenti la prossima settimana nei vari istituti. E proprio da quegli incontri emergerà un documento da destinare alla Provincia in cui manifestare i punti contrari: dai pendolari ai costi per la pausa pranzo, tempo per i compiti a casa e tempo libero.